Warning: Declaration of AVH_Walker_Category_Checklist::walk($elements, $max_depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /home/customer/www/eft-italia.eu/public_html/wp-content/plugins/extended-categories-widget/4.2/class/avh-ec.widgets.php on line 62
Sviluppo Personale, Professionale e delle Capacità » Blog Archive Come far funzionare EFT quando non funziona - Sviluppo Personale, Professionale e delle Capacità

Come far funzionare EFT quando non funziona

Pensiero del giorno:
“Il mondo cambierà attraverso di te. Nessun’altra cosa lo può salvare.”
Un Corso in Miracoli
Ciao a tutti,
la Dottoressa Carol Look ci fornisce un altro impressionante esempio di come le abilità
avanzate in EFT possano trasformare un caso “bloccato” in una vittoria. Il suo scettico cliente era traumatizzato dopo aver visto un uomo cadere dal World Trade Center l’11 settembre 2001.
Mentre i suoi sforzi iniziali con EFT non avevano funzionato, la determinazione e l’abilità di Carol hanno rivelato il vero problema che era stato attivato: la fobia dell’altezza.
Abbracci, Gary
La settimana scorsa ho tenuto due corsi di EFT per terapisti, molti dei quali erano ancora sconvolti e stressati dal trauma dell’11 Settembre. I loro sentimenti erano incrementati da quelli dei loro clienti riguardo agli avvenimenti di New York ed al futuro. Questo caso mostra come EFT scopre una parte degli eventi traumatici dell’11/09 e come usare un linguaggio esatto sia a volte necessario per “centrare il bersaglio”.
Un giovane assistente sociale era ancora traumatizzato dall’immagine, vista in televisione, di un uomo che cadeva da una finestra dopo l’impatto degli aerei. John aveva appreso EFT in gruppo la settimana prima, eppure “non aveva fatto nulla” per i suoi sentimenti di terrore. Ha ammesso di essere contrariato per il fatto che “non aveva funzionato” ed era ora molto scettico nei confronti del mio entusiasmo. Benché inizialmente riluttante, John ha acconsentito ad essere oggetto di trattamento di fronte ai partecipanti di un Corso. Anch’io avevo qualche remora, ma sapevo che se fossi stata abbastanza “presente” ed avessi lasciato andare qualsiasi bisogno di “riuscire”, sarei stata in grado di guidare John attraverso un’esperienza di EFT che l’avrebbe aiutato a diminuire il suo stress. Pensavo che l’impatto di EFT sarebbe stato ancor più efficace se avessi avuto successo con uno scettico.
John mi disse che si sentiva teso, soprattutto nel torace e che provava paura e rabbia rivedendo la scena. Disse che poteva immaginarla vividamente e che l’intensità della scena era rimasta 10 fin dalla prima volta.
Abbiamo iniziato lavorando su “Anche se sono sconvolto per quest’uomo che cade dalla finestra…” Abbiamo applicato questo round due volte. Ha ammesso che la scena era ora più “distante” e più difficile da ricreare (questo è un comune effetto quando si usa EFT per la prima volta). E’ diventato più specifico dicendomi che sentiva paura COME SE FOSSE l’uomo che cadeva; era come se si fosse identificato con lui. Abbiamo lavorato su “Anche se ho paura per lui perché sta cadendo, e deve essere stato spaventato, ed io sono terrorizzato…io amo ed accetto completamente e profondamente me stesso ed i miei sentimenti…”
Ci siamo poi focalizzati sulla tensione nel torace: “Anche se sento questa tensione nel torace…”.
Mi disse che la tensione era dissipata, ma si era spostata nelle sue braccia. (Questo è normale quando si “caccia il dolore”). Abbiamo applicato ancora qualche passaggio fino a quando non si è sentito meglio.
Infine, mentre stavamo picchiettando ancora una volta sul suo spavento, John mi guarda e dice: Oh, mi è appena venuto in mente, penso di avere la fobia dell’altezza, ecco cosa è stato stimolato!” Non aveva mai identificato la sua fobia prima di allora, e ciò l’ha sorpreso. Questa fobia si è rivelata come risultato dell’applicazione di EFT alle paure di quell’altro uomo.
Abbiamo continuato con:
“Anche se ho paura dell’altezza, e sarei terrificato all’idea di saltare o di cadere…”
“Anche se ho avuto così paura di cadere o di saltare…”
“Anche se ho paura di cadere, e dell’altezza…”
Ciò ha grandemente ridotto il disturbo di John ed egli disse che gli sembrava fosse proprio quello il cuore del problema. Mentre questa dimostrazione è durata non più di 15 minuti, gli altri terapisti e John sono stati in grado di essere testimoni dell’efficacia di EFT malgrado il forte scetticismo, il contesto non ideale di una sessione pubblica, ed una precedente esperienza nella quale i passaggi di EFT non avevano funzionato. Mentre c’è ancora del lavoro da fare, John non può negare il sollievo che ha potuto sperimentare.
Dr. Carol Look
(Questo articolo è tratto da www.eft-italia.it per concessione dell’amico Andrea Fredi)

Lascia un commento